S. Stefano, Ponzanelli (PDL): "Bilancio Consuntivo, intervenga Corte dei Conti"

Sono troppi e troppo importanti gli atti mancanti, le omissioni e gli errori materiali che denunciano come nel Bilancio Consuntivo 2012 ci siano situazioni su cui è opportuno che la Corte dei Conti e altri organismi di controllo facciano una verifica puntuale.

Martedì, 07 Maggio 2013 13:29

Già nella relazione del Revisore dei Conti si evidenzia uno stato di totale mancanza di attenzione e violazione delle norme di legge che regolamentano la Pubblica Amministrazione. In questa Relazione, nella parte relativa al recupero evasione ICI, Tarsu e altri Tributi manca tutta la parte relativa ai residui attivi al 1.1.2013, ai residui riscossi nel 2012, ai residui eliminati ed ai residui al 31.12.2012, la tabella soprastante è significativa del fatto che su 50.000 euro di accertato ne sono stati introitati circa 22.000, risultato assai scarso. Come mai mancano i residui, perché non sono stati riportati?
Lo stesso vale relativamente ai residui relativi ai permessi di costruire, tutte le caselle riportano zero ma non mi risulta questo sia il valore effettivo relativo sia ai residui attivi all'1.1.2012.
Così come vorrei fossero spiegate le motivazioni per cui questa Amministrazione non ha ancora rendicontato alla presentazione per l'esercizio 2012 del rendiconto all'amministrazione erogante dei contributi straordinari ottenuti, evitando quindi di documentare i risultati conseguiti in termini di efficacia dell'intervento. Il termine di cui al comma 1, dell'art.158 del T.U.E.L, è perentorio. La sua inosservanza comporta l'obbligo di restituzione del contributo straordinario assegnato. Vorrei conoscere le motivazioni per cui il Segretario ed il Responsabile Finanziario non hanno svolto questo loro importante compito. In questo Comune sono troppe le situazioni di non chiarezza che aleggiano su moltissime pratiche e sarà quindi opportuno che la Corte dei Conti inizi un percorso di verifica su di una serie di atti che gli invierò nei prossimi giorni, con un'adeguata relazione accompagnativa.
Occorre anche far luce in termini di trasparenza e di veridicità sulla parte relativa alla contrattazione integrativa, infatti da come si evince dal resoconto del Revisore dei Conti (pag.27/28 della sua relazione allegata) gli obiettivi non sono stati definiti ne prima dell'inizio dell'esercizio, ne in coerenza con il Bilancio e ne è stato verificato il loro conseguimento così come previsto dalla contrattazione integrativa (Art.5, comma 1 del D.Lgs. 150/209).
In poche parole i premi di produzione, sono stati assegnati senza alcuna verifica degli obiettivi e senza che questi fossero in linea con il Bilancio. Ma non basta, sembra, da quanto scrive il Revisore dei Conti, che le somme stanziate siano più alte di quelle che la legge permette.
Verificando gli atti del Rendiconto colpisce che le "spese per interessi passivi" ammontino a quasi ben 220.000 euro, con un tasso medio del 3,36 %, con un aumento degli oneri finanziari ed il rimborso degli stessi che passa da euro 578.852,07 ad euro 629.601,65.
Altra parte su cui occorre far chiarezza è lo stralcio di circa 259.000 euro di crediti definiti di dubbia esigibilità ed inesigibili, vorremmo saper che tipo di crediti sono, i soggetti interessati e le motivazioni per cui sono stati stralciati.
Riguardo i parametri della "deficità strutturale" ci troviamo completamente fuori legge in quanto l'ammontare dei residui passivi del Titolo I della spesa supera il 40% degli impegni di spesa stessa, un atto molto grave su cui l'amministrazione non ha mai fatto alcuna verifica e che costringe però il Revisore dei Conti a segnalarlo nella sua relazione.
Lo stesso vale per la tempestività dei pagamenti anche qui siamo ben oltre i termini previsti dalla normativa vigente segnando un altro punto negativo sull'andamento della funzionalità dell'Amministrazione Comunale.
Insomma una situazione, per alcuni aspetti, oltre i limiti della legalità, che verrà segnalata agli organi competenti e su cui, dopo la presentazione di diverse interrogazioni, ci aspettiamo si metta mano al più presto.

 


Santo Stefano Magra, 7 maggio 2013
IL CAPOGRUPPO CONSILIARE
Francesco PONZANELLI

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Popolo della Libertà

Giacomo PESERICO consigliere comunale del PdL – Nuovo Centrodestra con una nota interviene per chiedere il sostegno del comune al progetto di recupero del sottomarino Guglielmo Marconi: Leggi tutto
Popolo della Libertà
Un incontro per discutere ed affrontare i temi legati alla realizzazione del nuovo ospedale della Spezia. Leggi tutto
Popolo della Libertà

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa