Crollo Ponte di Albiano, Paita chiede l'applicazione del Piano Shock di Italia Viva In evidenza

La deputata esprime perplessità sulla eventuale concessione della rete autostradale ad Anas.

Mercoledì, 08 Aprile 2020 15:55

 

"Il crollo del ponte di oggi altro è un fatto grave. Ormai da mesi avevamo avanzato interrogativi sul numero delle ispezioni alle infrastrutture italiane effettuate dall'Anas e presentato un'interrogazione sul tema. La vera questione è: quanti sono i ponti in Italia che rischiano di fare la stessa fine? Più di un mese fa con un'interrogazione avevo posto il problema delle ispezioni dell'Anas. Avevamo per questo chiesto un'estensione dell'attività ispettiva e anche un monitoraggio.

L'unica soluzione per impedire dei veri e propri disastri - perché se un crollo come quello di oggi si verifica con flussi di traffico normali, si rischia una carneficina - è rinnovare a tappeto le infrastrutture come previsto dal Piano Shock di Italia Viva. Il Piano Shock permetterebbe, per esempio, di realizzare finalmente, e in tempi rapidi, la variante di fatto al ponte crollato già finanziata dal governo Renzi (ponte Ceparana-Santo Stefano), che permetterebbe di bypassare il ponte e anche decongestionare la circolazione delle cittadine interessate.

L'episodio odierno fa sorgere anche pesantissime perplessità se sia opportuno, in caso di revoca delle concessione ad Autostrade, di affidare ad Anas la gestione della rete autostradale italiana".


Raffaella Paita
Camera dei Deputati Italia Viva

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Italia Viva

Italia Viva: "Coerenza prima di tutto. Alla luce delle sue posizioni sul green pass contro il governo che Italia Viva ha contribuito a fare nascere in termini determinanti, non ci… Leggi tutto
Italia Viva
"Non aver costruito in anticipo una strategia che avrebbe evitato questo problemi, è stato un errore" Leggi tutto
Italia Viva

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa