Vertenza OSS, il Commissario di Alisa "riapre i giochi" In evidenza

Potrebbero cambiare i parametri del bando e anche i numeri.

Lunedì, 18 Gennaio 2021 17:55

 

“Oggi in commissione regionale sanità, alla presenza dell'assessore Berrino delegato dal presidente Toti, si è registrato un passo in avanti sulla vertenza Oss spezzine: l’impegno del Commissario di Alisa, Dottor Quaglia, ad avviare un numero maggiore di assunzioni di Oss rispetto alle 158 previste dal bando”. Così Roberto Centi, Consigliere Regionale Lista Sansa, che continua: “Un impegno formale che è il risultato della mobilitazione dei lavoratori e dei sindacati, che noi abbiamo sempre sostenuto. Il Dottor Quaglia ha parlato di 'un numero molto consistente' di nuove assunzioni. Considerato il fabbisogno della Asl 5, le sue proporzioni rispetto alle altre Asl della regione e l'eccezionalità delle norme legate alla pandemia, a mio parere il numero di nuovi assunti dovrebbe essere vicino al doppio delle 158 previste”.

Continua il consigliere: “Altra notizia positiva è che, mentre la richiesta di differenziazione punteggio per i lavoratori provenienti da strutture pubbliche è sotto esame al Ministero all'attenzione del Sottosegretario Zampa, lo stesso Quaglia ha dichiarato la possibilità di riaprire il bando con l'introduzione di questo nuovo parametro. Questo qualora la risposta dallo stesso Ministero tardasse ad arrivare.”

Conclude Centi: “Da parte nostra saremo intransigenti nel vigilare sulla vertenza ed incalzare Alisa e Regione affinché gli impegni formali presi oggi in Commissione dal Dottor Quaglia diventino atti amministrativi e concreti. Il nostro obiettivo rimane quello della salvaguardia di tutti i posti di lavoro delle Oss spezzine”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

I ristoratori, tra le categorie più colpite a causa delle restrizioni per l'emergenza da Covid-19, in una cena simbolica in hotel per dimostrare che è possibile cenare in sicurezza. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa