Procaccini (PdCI) alla Spezia: "No alla privatizzazione di Fincantieri"

Il segretario nazionale del Partito dei Comunisti italiani Cesare Procaccini, venerdì a Spezia per una serie di iniziative, ha partecipato a un presidio di fronte alla Fincantieri del Muggiano e nel corso di una conferenza stampa ha reso alcune dichiarazioni dopo aver ringraziato "i compagni della Spezia e della Liguria per l'accoglienza e per l'ottimo lavoro che svolgono sul territorio e nelle istituzioni in cui siamo rappresentati".

Venerdì, 22 Novembre 2013 22:58

Sulla Fincantieri: "Siamo assolutamente contrari alla privatizzazione di Fincantieri per ragioni molto concrete: è assurdo pensare di fare cassa alle spalle di un'azienda che nel proprio settore è una delle più avanzate e competitive a livello mondiale. Bisognerebbe invece rafforzarla dando maggiore centralità alla cantieristica, che se fosse scorporata in una società pubblica autonoma potrebbe avere una proiezione a livello italiano, europeo e mondiale. Noi siamo al fianco dei lavoratori contro questa politica suicida di desertificazione industriale e oggi ho voluto portare di persona la mia solidarietà davanti ai cancelli del Muggiano". Sulla situazione economica: "In generale siamo contrari alle privatizzazioni perché alla fine mettono in difficoltà i cittadini. Pensiamo a quello che succede con questo federalismo straccione che priva le Regioni e gli Enti Locali delle risorse e li costringe ad aumentare i costi o a ridurre i servizi. Nel nostro Paese continuano ad aumentare le differenze tra ricchi e poveri per cui la proposta dei Comunisti Italiani è di prendere i soldi dove sono: ripartiamo dall'equità e da una ridiscussione delle aliquote IRPEF a livello nazionale affinché pesino di più soltanto sui redditi più alti". Infine un pensiero alla tragedia sarda: "Esprimiamo la nostra solidarietà ai familiari delle vittime e siamo vicini alle forze di primo soccorso che operano in condizioni difficilissime, soprattutto a causa dei tagli di questi ultimi mesi. Rimettere in sicurezza il territorio deve essere una priorità assoluta per evitare il ripetersi di eventi tragici come quelli che in questi giorni hanno colpito la Sardegna e nel 2011 hanno funestato anche la provincia della Spezia. Per questo serve un grande piano nazionale di recupero e messa in sicurezza del territorio italiano, che potrebbe creare moltissimi nuovi posti di lavoro per cassintegrati e disoccupati".

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Partito Comunista Italiano

A vent’anni dall’istituzione del Parco Regionale è forse venuto il tempo di un ripensamento complessivo sull’area protetta, sottraendola al rischio speculativo rappresentato dal Masterplan Leggi tutto
Partito Comunista Italiano
Il Partito Comunista Italiano parteciperà al presidio previsto sabato 20 e Domenica 21 Novembre Leggi tutto
Partito Comunista Italiano

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa