Carabinieri aggrediti da un marocchino, Medusei ne chiede il rimpatrio In evidenza

"Chi non rispetta le leggi del nostro Paese deve essere rimpatriato senza esitazioni".

Mercoledì, 26 Agosto 2020 09:45
L'Assessore Gianmarco Medusei L'Assessore Gianmarco Medusei

 “I Carabinieri nei giorni scorsi sono stati aggrediti a calci e pugni in via Rosselli da un cittadino marocchino di 27 anni, che nella notte ha suonato ai citofoni di un condominio tentando di entrare. Episodi del genere sono inaccettabili: per chi si macchia di simili reati serve l’arresto e il rimpatrio immediato”.

Lo afferma l’assessore del Comune della Spezia e candidato capolista della Lega alle prossime elezioni regionali Gianmarco Medusei, che aggiunge: “Esprimo la mia solidarietà ai Carabinieri che sono rapidamente intervenuti e che hanno riportato lesioni nel tentativo di fermare il 27enne marocchino. Questi episodi devono finire: chi non rispetta le leggi del nostro Paese deve essere rimpatriato senza esitazioni, altrimenti si alimenta un senso di impunità generale che va a detrimento della sicurezza”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Lega per Salvini Premier

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa