“Cibo sicuro ora per un domani sano”

La 3^ Giornata mondiale della sicurezza sanitaria degli alimenti, con lo slogan “Cibo sicuro ora per un domani sano”, sarà celebrata il 7 giugno 2021.

Sabato, 05 Giugno 2021 10:26


In un mondo in cui gli alimenti sono oggetto di commercio globale e sono sempre più consumati fuori casa, nelle strutture di ristorazione pubblica e collettiva (ed auspichiamo che la crisi dovuta alla pandemia del COVID 19 possa essere rapidamente superata), le necessarie azioni di prevenzione delle malattie che possono essere causate dal consumo di prodotti alimentari non sicuri vedono impegnate diverse professionalità, tra cui quella del Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro.

Questo professionista sanitario interviene come “controllore pubblico” delle ASL, con compiti di vigilanza (sebbene le forze in campo siano sempre più esigue e non commisurate alle reali esigenze). Ma è presente anche come esperto e consulente di imprese alimentari, in forma libero professionale, a supporto degli OSA (Operatori del Settore Alimentare) che hanno la responsabilità di garantire la sicurezza degli alimenti, anche con il ruolo di formatore.

"Le innovazioni scientifiche ci stanno aiutando a mantenere alimenti e bevande sicuri. Gli scienziati hanno sviluppato test, metodologie e strumenti per individuare la contaminazione, sia essa microbiologica, chimica o altri rischi - ha affermato Ismahane Elouafi, Chief Scientist della FAO, sottolineando l'importanza della prevenzione.


Francesco Branca, direttore della Nutrizione e della Sicurezza alimentare all'OMS, ha sottolineato che la maggior parte delle malattie di origine alimentare sono prevenibili, e, delineando azioni concrete che tutti possono intraprendere per aiutare a garantire la sicurezza alimentare, ha affermato: "Alimenti sicuri contribuiscono a una vita sana, un pianeta sano e un futuro sano".


La Giornata del 7 giugno porta quindi a riflettere sulla necessità di investire in una efficace attività di prevenzione a tutti i livelli, con adeguato impiego di risorse e di professionisti come il Tecnico della Prevenzione, anche alla luce dell’emergenza del COVID 19 che, benché il virus non sia trasmesso dagli alimenti, ha indotto a riconsiderare rischi e procedure operative.

Marco Cappelli
Presidente della Commissione d’Albo dei Tecnici della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro dell’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione della Provincia della Spezia

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Due nuovi treni sui binari della Liguria

Sabato, 31 Luglio 2021 14:39 cronaca
Superata la metà della fornitura dei nuovi convogli che devono essere consegnati da Trenitalia alla Regione entro il 2023. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
In una fase particolare, con occasioni di crescita e potenziamento. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa